Alle prese con la cucina 🍜🍛🍲🍝

Tra i miei obiettivi principali, oltre a imparare il francese ovviamente,  c’è anche quello di mangiare più salutare, evitare le schifezze e perché no, magari perdere qualche kg. 😊 

Durante l’anno di Aupair in America, sono impazzita con tutti quei buonissimi Hamburgers, cookies, pancakes, frozen yougurt, waffles e chi più ne ha più ne metta, ho messo su 6 kg, certo quando sono tornata piano piano li ho ripersi tornando al mio peso forma, ma vorrei evitare di ritornare alla Cristina Paffutella 😅

Con una spesa salutare,  si preparano dei pasti salutari 🙂 e così mi sono data alla pazza gioia in cucina. Ogni giorno sperimento qualcosa di nuovo. Thanks God Pinterest exists 😎

Qui in Università potrei mangiare in mensa, però per ora preferisco portarmi da casa quello che più mi gusta. Non sarà certo la cucina della mensa universitaria a farmi vivere più a fondo la cultura francese 😜
Fortunatamente c’è una piccola saletta attrezzata di tavoli, sedie e 6 Microonde per riscaldare e consumare il proprio cibo portato da casa. Ammetto che su questo sono avanti, visto che nella Statale di Milano gli studenti mangiano vagabondi dove capita…

 

Esperimenti Culinari

 

Annunci

Domenica al Mercato 

Dopo una settimana di pulizie, imbiancatura, ordine e ancora pulizie. La domenica mattina l’ho passata al mercato comunale di Créteil.

img_7798

Marché Créteil Village


Uno dei miei obiettivi principali , venendo a vivere qui, è quello di migliorare la mia alimentazione, consumando più frutta e verdura. Così ho colto l’occasione e ho fatto scorta al mercato. Tutto fresco e a buon prezzo 🙂

Girando tra le bancarelle, ne ho trovata una che vendeva libri usati! 😍 Al punto 5 della mia lista c’è appunto leggere dei libri in francese, per migliorare la lingua. Dopo un’abbondante mezz’oretta mi sono portata a casa 4 libri a soli 13€. Big Deal! 


”Silly Food”

 Ricordo che la parte che amavo di meno dell’essere Aupair, non era cambiare pannolini o cucinare, bensì far mangiare le mie bimbe. Nonostante la sera fosse il momento più bello della giornata in cui ci si sedeva tutti a tavola, si potevano scambiare 4 chiacchiere , i capricci per il mangiare non mancavano mai. Se fosse stato per le bimbe avrebbero mangiato Mac&Cheese e Chicken nuggets tutti i santi giorni.  E dovevo fare qualcosa!

Girando su internet ho avuto qualche idea per provare a coinvolgere di più le bimbe nella preparazione della cena (o pranzo nel weekend). Questo è stato uno dei miei primi tentativi ed è stato un successone!

Ingredienti: Spaghetti e Würstel

Pronto in: 10 min
Dopo aver tagliato a cerchietti il würstel e spezzato gli spaghetti in due, via libera ai bambini di infilare gli spaghetti nei cerchietti di wurstel, mettere a bollire insieme et voilá! Risultato garantito 😉

Spaghetti & Wurstel

What about SHAPE?

Buongiorno fanciulle!!!
Molte di voi mi chiedono spesso quali sono i PRO e i CONTRO di un’esperienza Aupair negli Stati Uniti… Ecco, senza volerlo la mia lista dei pro era così lunga che a quella dei contro non ci ero mai arrivata… In realtà riflettendoci non ci sono lati negativi, TRANNE UNO, uno GRANDE:

                                                             INGRASSARE IN AMERICA!!!

Quando ero partita a settembre 2012 pesavo circa 58kg, il mio peso medio, e tornata a casa a settembre 2013 con ben 6kg in più, ossia 64….
Non sono mai arrivata a così tanto… ma vuoi, per gola, vuoi per il poco sport, vuoi per la pigrizia questi 6 kg li ho messi su tranquillamente nell’arco di 12 mesi…
Questo è un fattore comune per tutte le Aupair, è una cosa a cui è difficile scampare…
Ciò che ha contribuito di più ad aumentare il mio peso, come quello di tutte le altre ragazze alla pari, è la curiosità di provare e godersi tutti i nuovi cibi che l’America offre: hamburgers, chicken nuggets , bacon, tacos, donuts, cookies, cheesecake ect etc….
Ma non vi spaventate! Questo fa parte dell’esperienza: godersi sapori nuovi di buonissime delizie 😉
Una volta tornata a Milano, mi sono iscritta in palestra, iniziato l’università, trovato lavoro e così ho ingranato il nuovo ritmo… E senza fare sacrifici ho riperso 7kg 😉

20140312-085635.jpg

The Bahamas Day 3 – Great Stirrup Cay

Bahamas 3

 

Dopo una colazione abbondate, una bellissima alba in vista e costumi a portata di mano eccoci pronti per la terza tappa: Great Stirrup Cay, un’isola privata di proprietà della Norwegian Cruise Line.
Sbarcati i passeggeri in barche più piccole per raggiungere l’isola, mano mano la nave si svuota. L’isola offre sport acquatici, zumba in spiaggia ( ovviamente questa non potevo mancarla 😀 ), snorkeling, negoziettini e un gigante scivolo gonfiabile!

Sbarcati in spiaggia, quale poteva essere la prima cosa da fare? Dopo uno scambio di sguardi, sapevamo già quale era!!! HIPPO SLIDE!!! Con molta pazienza ci siamo messi in fila dietro agli altri bambini felicissimi di essere i prossimi 😀

Passata tutta la mattinata sullo scivolo in mezzo ai bambini, la fame inizia a farsi sentire, così ci avviamo verso il BBQ in spiaggia offerto dalla Norwegian. A pance piene ci siamo diretti verso gli sdrai a prendere un pò di sole e rilassarci  prima di fare dello snorkeling…
Abbiamo passato una bella giornata tranquilla a rilassarci 😀

The Bahamas Day 2- Nassau

Bahamas 2
Il secondo giorno di Crociera prevedeva come tappa, Nassau, la capitale delle Bahamas. Purtroppo la città è piccolissima e ha due viettine di negozietti ed è tutto lì. Fortunatamente a 10 min di taxi, attraversando un ponte si raggiunge Paradise Island, ossia l’isola che ospita Atlantis, un resort bellissimo, richissimo di attività come casinò, acquario, spiagge private, sport acquatici, nuotare con i delfini ect…
Una giornata non basta per esplorare tutto il villaggio! Davvero molto bello!
Verso tardo pomeriggio siamo rientrati sulla nave, dove c’erano parties a qualsiasi ora del giorno e della notte, Musica, piscina e tanto cibo!!!! Abbiamo cenato, e ci siamo goditi un bel tramonto bahamiano in mare aperto…  😀

American Drive-thru

A meno che non vivi in una grande metropoli, come New York o Chicago, in America se non hai una macchina sei perso!  Avendo un territorio così esteso anche le città  tendono ad esserlo. Piatte ed estese. Guardando anche solo la Florida, a parte Miami, non ci sono altri grandi grattacieli sparsi per lo stato.  Km e km di zone residenziali  sono composte da casettine, ville e townhouses, di conseguenza per spostarsi serve la macchina, e visto che gli americani sono per la comodità, ecco che c’è il servizio che ti permette di comprare comodamente, senza lasciare la tua macchina!

Dopo il mitico Drive-in Movie Theatre della scorsa settimana,  ecco gli altri mitici American Style!

~ Banche. Perchè fare file agli sportelli  quando puoi stare comodo nella tua macchina, aria condizionata e musica usando il drive -thru ATM? 😀 
L’unica volta che ho usato uno sportello è stato quando ho aperto il conto in banca, e dopo di chè non ho mai messo piede in una banca “fisica”. 
Pare che la prima banca che offrisse il servizio drive- thru fosse in St. Louis, USA nel 1930. Noi c’è l’abbiamo in Italia?

D BANK

~ Farmacie, le quali si trovano sempre nei supermercati tipo CVS, Walgreens, Walmart, Target ect.. Continua a leggere

Le 10 cose che mi mancano di più! (Cibo)

Per me uno dei piaceri della vita è appunto il mangiare. Amo tutti i tipi di cibi, salati ma soprattutto dolci! Una cosa davvero entusiasmante di questa esperienza, dal momento che si viene catapultati in un nuovo mondo, è di provare un’infinità di cose nuove!!!
Ora dopo quasi 9 mesi negli States, la mancanza del cibo di ‘casa’ si fa sentire sempre più forte.. ed ecco le cose che mi mancano da morire:

1 ~ LA PIZZA (‘la Capricciosa’ è la mia preferita*-*) – qui l’ho provata in un sacco di ristoranti, fastfood, surgelata e anche fatta in casa… ma niente! non si avvicinano minimamente alla vera pizza Italiana!

2 ~ LA FOCACCIA – ok, sono un paio di giorni che è diventato un pensiero fisso ormai…! Non ho visto da nessuna parte un qualcosa che nemmeno si avvicinasse alla nostra buonissima focaccia genovese…!

3 ~ LE LASAGNE della mia mamma – che bontà!!!! Ma perché mi faccio del male da sola?!?

4 ~ LA MOZZARELLA – quella che mangio qui è secca e sa di tutto ma non di mozzarella.

5 ~ IL PESCE – la mia (host)famiglia non mangia pesce. Chissà  quanta mancanza di ferro ho accumulato in 9 mesi!

6 ~  IL KEBAB

7 ~  PASTA AI FRUTTI DI MARE della mia mamma.

8 ~ LE PIADINE -crudo squaquerone e rucola, che goduria!!

9 ~ RISOTTO AI FUNGHI, qui per  risotto intendono la busta di riso che prendi al supermercato, metti in microonde 3 min ed è fatta!

10 ~ CAPPUCCINO & BRIOCHE  – una specie di cappuccino lo bevo qui in casa ma è come se gli mancasse sempre qualcosa, sembra un cappuccino al 50%!

Ora cercherò di non pensarci più, e di godermi l’altrettanto buono ma non salutare, cibo americano.

Quindi consiglio a voi future ragazze in partenza, di godervi il più possibile i vostri alimenti preferiti prima di partire 😉

Trip in Chicago: Day 4 – 5

IMG_9755

Il 4^ giorno, sabato, saremmo dovuti andare allo zoo, ma a causa del brutto tempo e della pioggia si e’ optato per qualcosa al chiuso: Lo Shedd Aquarium .
Una volta finito il giro all’acquario sono andata in esplorazione della citta’…IMG_9744IMG_9734

Non so se avete presente il Bean, il fagiolo gigante di alluminio che riflette tutto il panorma attorno, ecco e’ veramente spettacolare!!! Proprio li’ ho visto due spose e addirittura una proposta di matrimonio 20130104-215239.jpg*-*

20130104-215356.jpg

20130104-215259.jpgL’ultimo giorno (5): sveglia, rimpacchettare tutto, colazione abbondante con sorella della hostmum, restituzione della macchina presa a noleggio e via in aereo verso Tampa…

P.S.  Chicago e’ a dir poco Meravigliosa!!!:D

Thanksgiving in casa B

Ecco qua alcune cose mangiate a Thanksgiving.
Oltre a queste cose c’era anche la torta di zucche, che sinceramente nn mi e’ piaciuta.

Tacchino mezzo cotto


Sweet Potatoes


Apple Cake

Searata al Circo Italiano:

IMG_8816 IMG_8894IMG_8902IMG_8921IMG_8917