Aupair: TOP 10 Apps! (Part 1)

Oltre alle due app più utilizzate di sempre, ossia Whatsapp e Skype, oggi vorrei segnalarvi alcune delle più utili apps (gratuite!!) che possono facilitare la vita di un’Aupair negli States 😉 Tutte queste apps sono state il mio pane quotidiano durante l’anno Aupair 😀

0124-innovation-capplife_full_600

Per scaricare le varie apps basta cliccare sui relativi nomi: 

10 ~ MAPS: potete utilizzare questa app come navigatore quando siete fuori casa, e trovare determinati indirizzi. Inoltre potete utilizzarla anche in modalità offline (nel caso in cui non abbiate il la connessione ad internet) solo caricando la mappa precedentemente con la connessione.

9GASBUDDY : una delle cose che si fanno quotidianamente negli USA è guidare, che sia per accompagnare i bambini, o per raggiungere la scuola o per uscire la sera, almeno una volta a settimana dovrete fermarvi dal benzinaio. Questa app vi permette di trovare il “gas-station” più economico vicino a voi, valido in tutto il territorio degli States e Canada.

8 ~  CURRENCY : un convertitore di moneta internazionale, con tutte le monete del mondo, in tempo reale. Inoltre è disponibile una tabella che indica la crescita o la discesa del valore di una determinata moneta. Utile sopratutto all’inizio e all fine dell’anno Aupair quando si hanno a che fare sia con $  e € o anche quando si viaggia fuori dagli States 🙂

7 ~  App della vostra banca con la quale avete aperto un conto…. ad esempio io ho Bank of America, ed in tempo reale puoi vedere la somma disponibile sul proprio conto… apps molto più funzionali e veloci rispetto a quelle delle banche italiane. Sono disponibili le app per tutte le banche americane 😉 

6 ~ TRANSLATOR: ormai l’app Store è pieno di translator app ma per me la migliore rimane Google Translator , per 3 motivi: traduce da/a tutte le lingue del mondo, traduce intere frasi, e inoltre è possibile ascoltare la pronuncia della parola o frase che state cercando 😉 utilissima tutti i giorni, specialmente quando si incontrano vocaboli e frasi nuove. Unica pecca? funziona solo con la connessione internet.  E qui vorrei consigliarvi un app funzionante in modalità offline , più semplice, di traduzione solo Ing-Ita e viceversa ma ricca di vocabolari : EN-IT Dictionary Free  (disponibile per Apple e Android). Un’altra particolarità di questa applicazione è che presenta tanti termini slang ossia modi di dire , e termini più locali….

Ditemi cosa ne pensate e quali sono le vostre preferite 😀

 

A settimana prossima per la seconda parte della classifica 😉 

5 Steps per fare nuove amicizie negli States :D

20140211-134057.jpg

Buongiorno a tutti,
In questa giornata di sole mi sento molto ispirata 😀
Uno dei timori più grandi che colpiscono noi Aupair è quello di sentirci sole nella nostra avventura oltreoceano.
In realtà, se si ha lo spirito di avventura non si è mai soli 😀 Le ragazze alla pari a grandi linee hanno lo stesso spirito di iniziativa, divertimento e amicizia. I ragazzi americani sono molto socievoli e alla mano, quindi non abbiate timore a fare il primo passo 😉 e sopratutto gli americani amano gli italiani, saranno affascinati da qualsiasi cosa racconterete dell’Italia :*

Oggi vi indicherò le 5 occasioni più comuni per le Aupair per fare nuove amicizie :

1- ORIENTATION – (Per chi di voi non è ancora famigliare con questo termine e cosa significhi, l’Orientation è il periodo di 4 gg che si svolge a New York prima di raggiungere le proprie host family)
L’orientation sarà il primo approccio con altre ragazze che intraprendono la nostra stessa avventura, ragazze da ogni parte del mondo, con le stesse paure e timori vostri, con le stesse aspettative e con gli stessi sogni 😉
E’ importante fare amicizia fin da subito, perchè sono le prime compagne d’avventura, che provano esattamente le vostre stesse emozioni 😉
Mantenere il contatto con queste nuove amicizie vi permetterà di sostenervi a vicenda e confrontarvi sulle prime esperienze con la host family 😉
Inoltre, nei vostri weekend o settimane libere potete andare a trovarle e visitare la città in cui vivono e viceversa 😉
E per chi di voi decide di sfruttare il 13esimo mese per viaggiare, potrete condividere quest’esperienza con le ragazze che hanno il vostro stesso 13esimo mese, ossia le ragazze partite nello stesso mese insieme a voi 😉

2- MEETING – I meeting sono degli incontri mensili che vengono organizzati dalla community counseilor della zona in cui vivete. I meeting hanno lo scopo di riunire le Aupairs della zona e trattare un argomento in particolare, che possono essere la scuola, le vacanze, attività per bambini, le famiglie, tasse, nostalgia di casa, nuovi progetti, accogliere nuove Aupair, ect… Questa è un’ottima occasione per Continua a leggere

Curiosità sulla lingua Inglese :D

Navigando su internet, specialmente su Pinterest, ho trovato questa cosiddetta “infographic” e volevo condividerla con voi. È intitolata ” How to Learn English” e ha delle informazioni piuttosto interessanti 😉

English

VIDEO di presentazione ( per la host family)

Una delle ultime parti dell’Application form per creare il profilo Aupair, prevede l’uploading di un video di presentazione per la futura family.
Credo che sia la parte più difficile da fare, in quanto si viene sommersi da mille dubbi: cosa dire?, dove lo posso fare?, e se parlo troppo poco? ect. E sopratutto l’imbarazzo a parlare davanti a una camera a persone sconosciute.
Ecco, insomma ci passiamo tutte!

~ Dove girare il video?
Scegliete un posto tranquillo dove vi sentiate a vostro agio, può essere la vostra camera da letto, il soggiorno, fuori all’aria aperta come il parco, o su un prato ect..

~ Quanto deve essere lungo?
MAX 3 min altrimenti il video verrà scartato automaticamente. Un video sui 1-2 min va più che bene 😉 

~ Cosa dire?
Fate una piccola scaletta delle cose da dire seguendo l’ordine della lettera di presentazione che avete scritto precedentemente.
Presentarsi (anni, studi, posto in cui vivete), parlare della propria famiglia, dei propri hobby e  passatempi ( in modo da poter trovare qualcosa in comune con la famiglia), delle esperienze precedenti con i bambini, quali erano le tue responsabilità e cosa ti piace fare con loro.
Inoltre, per concludere il vostro video non dimenticate di raccontare cosa vi spinge a intraprendere quest’avventura 😀 ed eventuali sogni e progetti per il futuro 😉

Ultimo consiglio: Accendete la camera, posizionatevi davanti e pensate di parlare a un’amica 😉  
Armatevi di grinta, solarità ed eccitazione e sarà fatta!!! 😀

Visto che molte di voi l’hanno chiesto, ecco il video che ho fatto un anno fa (con il mio orribile inglese):

TOEFL TEST

Un anno fa, in questo periodo, ho scritto la lista (sulla destra) delle cose da fare durante il mio anno negli States. Alcune le ho portate al termine, alcune le ho aggiunte di recente e altre invece rimarranno in sospeso per un’ eventuale vacanza americana in futuro ( ad es. visitare Washington e Boston) .
Una delle cose che volevo assolutamente fare era il TOEFL, è stata un pò come una sfida per me!  4 anni fa, durante gli anni del liceo, ho fatto il PET, Preliminary English Test, livello B1.
Ho avuto una pessima esperienza fin dall’inizio: odiavo la mia insegnante di inglese, la stessa che non voleva farmi fare il PET, sono arrivata in ritardo all’esame, con cancelli già chiusi disperata in lacrime ho creduto che non avrei più potuto sostenere il test! Per fortuna qualcuno di buon cuore mi ha fatto entrare e fare il test nonostante fosse già iniziato. Un pò perchè ero agitatissima, un po’ perchè non ero un granchè con l’inglese, e un pò il desiderio di mostrare all’insegnante che ero in grado di farlo ha soffocato la mia concentrazione,  l’esame è stato un fallimento! Non lo passai per un punto! Un stupido Punto! Cosi la mia insegnante ha avuto la meglio, ho perso la fiducia nel mio livello di inglese, ma non ho mai perso la voglia di studiare, migliorare e perfezionare il mio inglese!!! 😀

Cosi lo scorso sabato mattina, dopo 10 mesi negli States, mi sono presentata a fare il TOEFL, dopo 4 ore di esame sono tornata a casa soddisfatta 😀
Sono 2 i motivi per cui ho deciso di farlo qui, in Florida e non a Milano: 1- L’attestato mi servirà per l’ammissioni in università, 2- Costa di meno.
Per sostenere il test sul territorio americano, la quota equivale a 180$ contro i 240$ in Italia, ossia 45 euro di differenza 😉

Prima di optare per il Toefl ho considerato altri esami da sostenere più o meno dello stesso livello, come lo IELTS, CPE oppure FCE. La mia scelta è ricaduta sul TOEFL, in quanto gli altri tre sono gestiti dal British Council,  il mio inglese è più simile a quello americano che a quello british.
La cosa che non capisco è perchè ha validità solo 2 anni! Mah!
Se avete intenzione di iscrivervi in università, vi consiglio di farlo perché vi risparmierà qualche esame universitario 😉
E se invece siete alla ricerca di lavoro o state lavorando sarebbe un’ottima aggiunta al vostro Curriculum 😉

Come migliorare l’inglese :)

Ciaoo a tutti!

Molte ragazze che mi scrivono temono che il loro livello di inglese non sia sufficiente per  fare un’esperienza all’estero come ragazza alla pari. Ma è proprio questo il motivo per cui molte ragazze come me partono: per migliorare l’inglese! Le famiglie sono consapevoli del nostro livello dell’inglese, cosi come sono consapevoli che nel giro di un paio di mesi il vostro inglese sarà migliorato! 😀
(ps da ricordare che  all’inizio la tattica “Sorridi&Annuisci” funziona, gli americani sono dei grandi chiacchieroni 😉 )

Se comunque volete prepararvi al massimo, o prima della partenza oppure una volta arrivati a destinazione, questi sono i mezzi che mi hanno aiutato a perfezionare il mio inglese:

Guardare la tv: specialmente film o serie tv che ci piacciono
Leggere  romanzi (magari che avete già letto in italiano)
Leggere giornali ( a seconda degli interessi che avete 😉 )
Sostituire le vostre ricerche dall’italiano all’inglese ( ad esempio se cercate informazioni su google su una città, fatelo direttamente in inglese, oppure se volete guardare un trailer o un tutorial su youtube fatelo direttamente in inglese), oltre al fatto che si migliorano le capacità di comprensione, troverete  anche molto più materiale e informazione rispetto al piattaforma italiano.
Ascoltare canzoni inglesi/americane (che non è difficile visto che ci sono ovunque 😉 ) e leggere i testi delle canzoni.

In più ho trovato dei siti  GRATUITI davvero utili per arricchire il vocabolario, migliorare la pronuncia, esercitarsi con la grammatica e la comprensione (scritta e/o orale): 
~ U.S.A. LEARNS :  molto utile, prevede l’insegnamento dell’inglese attraverso dei video affiancati da testi ed esercizi, composti da più lezioni. E’ uno dei primi siti che ho usato per esercitarmi. E’ un corso lineare da seguire nel ordine predisposto.
~ TALK ENGLISH : Questo sito prevede di aiutare ad usare l’inglese adatto a seconda della situazione in cui ci si trova, ( affari, colloqui di lavoro, appuntamenti, viaggi ect). In più è ricco di lezioni di ascolto (per tutti i  livelli) con relativi esercizi di comprensione e dialoghi scritti. Si possono trovare anche le sezioni di grammatica, pronuncia e vocaboli.
~ EGO4U :  questo sito è facile da usare, ricchissimo di materiali come spiegazioni di regole grammaticali, esercizi, test, pronunce, consigli su come impostare lettere di lavoro, Curriculum Vitae, letteratura e giochi vari…
~ SPEAK ENGLISH : Semplice e utile, ricco di vocaboli e frasi divisi per argomento e cliccando con il mouse si può sentire la pronuncia.
~ OPEN CULTURE : Ci tenevo a segnalare questo sito, è un modo diverso rispetto ai siti 
precedenti per migliorare l’inglese. C’è una lista infinita di lezioni tenute da professori universitari americani a seconda dell’argomento che ci interessa. Le lezioni sono sotto forma di audio, video o testi e i temi sono i più disparati: Archeologia, Psicologia, Economia, Arte, Storia, Letteratura, Matematica e molto altro ancora….  Dare un’occhiata ne vale proprio la pena!

Il modo comunque più semplice e utile per migliorare l’inglese è farlo divertendosi 😉